Tita

Informationen

  • Andrea
  • Masotti
  • 2006

RoutenAlle Strecken ansehen »

Steigung Insgesamt  
7a+ 1
1
7a 4
4
6c+ 5
4
6c 17
13
4
6b+ 18
10
7
6b 37
7
4
26
6a+ 36
3
32
6a 30
28
5c 1
1

Bilder von tita Alle Bilder »

04-10-2012
27-06-2010
01-10-2012

Kommentare zu Bergen

  • Vestone: A circa 40 minuti dall'uscita di Brescia est, in Val Sabbia, 5 minuti di avvicinamento. Bel bosco, torrente all'iniio dell'avvicinamento, base della falesia un pelo scomoda per alcune vie nel settore alto e facile, poiché in discesa (ma spesso terrazzata). Settore alto e facile, dal 4b al 6b, calcare grigio scuro che pare sporco ma si scopre che sono intrusioni marroni di roccia diversa. le vie hanno spesso la prima metà molto facile e la seconda un po' più tecnica, la prima su buste, la seconda con sezioni su tacche date dalle intrusioni. Arrampicata divertente, di placca, e facile da leggere. Settore basso con vie dal 6b al 7b, roccia più compatta e più verticale, calcare scuro e base più comoda. Mezze stagioni fresche, di sicuro non quando fa caldo, ma nemmeno s efa troppo freddo poiché l'esposizone sud-ovest è vanificata da una collina che nasconde il sole. Insomma per chi arrampica potrebbe essere quasi del tutto invernale, ma in questo caso chi fa sicura si congela. Tuttosommato una bella falesia.

    02-11-2011

  • Buchi Arta: Una delle ultime scoperte della zona di Cala Gonone, falesia chiodata da stranieri e tenuta segreta pe run po', poi svelata dalla guida lcoale "Arrampicare a Cala Gonone". Non so come sia andata, ma la guida elenca 4 vie come "schiodate" che invece ci sono e sono nuovissime, forse dunque riattrezzate. Roccia magnifica tranne forse (non so) 2 o 3 vie sul grottino rosso iniziale. Viaggi tra 25 e 30 metri su un calcare lavorato come certi settori di Ceuse (Demi Lune vie facili) che regala manette perfette e inattese. Alcune vie hanno gradi morbidi, altre gradi duri (provati due 6b che avranno un grado secco di differenza, una 6a+ l'altra 6b+). In tutto una trentina di itinerari con 3 vie sotto il 6a, 3 vie di 7a, tutto il resto tra 6a e 6c+ (ma il 5c è già bellisismo!). Se si imbrocca la strada l'avvicinamento è di un minuto e mezzo a piedi, la base comodossima, il posto magnifico. Esposta a sud-sud ovest (sole da metà mattina circa). Non dò il voto massimo per la mancanza di itinerari un po' più difficili. Chiodatura decisamente allegra sui tiri fino al 6a+/b, un po' meno allegra ma mai ascellare sui tiri più difficili. Primo fix quasi sempre in alto o molto in alto, e spesso secondo fix pericoloso, a terra se si vola moschettando, a volte anche senza considerare volo con corda in mano.

    31-03-2010

  • Negrar: Falesia decisamente NO-BIG di calcare di buona qualità, in un bell'ambiente solitamente silenzioso e poco frequentato. Due settori distanti 300 metri l'uno dall'altro: ai Pilastri di Boemia si trovano soprattutto placche, qualche diedro, e alcune sezioni leggermente strapiombanti; alla Torre dei Ciliegi quasi tutte le vie partono in strapiombo, si raddrizzano e poi si appoggiano (è uno strano fungo isolato di calcare). C'è una sola via di 7a, ai Pilastri, e pare bruttarella. Tra i due settori ci sono parecchie vie sotto il 6a anche in strapiombo (cosa rarissima), e alcune vie di 6a/+/b davvero carine. Ottima per principianti o giornate plaisir. Base comoda, avvicinamento in discesa di 10 minuti per sentiero comodo. Guida al baretto di Alcenago (quello della falesia di Stallavena)

    15-03-2010

  • Piste Dei Dinosauri: Per l'ambiente la voterei col voto massimo; per l'arrampicata, da quel poco che ho visto, mediocre. Falesia in zona Rovereto, frequentata pochissimo, tutta attrezzata inox e di recente, con una cinquantina di vie. Prevalenza di gradi sotto il 6b o sopra il 7a+; i gradi medi non sono tanti e alcuni non sembrano per niente belli. La relazione su web dà anche parecchie linee ancora da liberare. La roccia è a volte galattica, ipercompatta e nuovissima, a tratti invece scagliosa, ma su questo potrebbe incidere la frequentazione zero e il fatto che ci sono andato dopo 3 mesi di pioggia e neve. Meritevolissima l'estetica di Gatto Silvestro, 7a+, ma con una chiodatura demente che se su quel grado sei al limite al terzo fix rischi parecchio di sfondarti su un bel masso a terra. Se si cerca bell'ambiente, tranquillità, estetica e si ha nelle braccia comodità sul 7a/7c, vale davvero la pena.

    15-02-2010

  • Cortaccia: Uscita Egna-Ora, poi 6-7 chilometri. Se avete la guida verde del Tirolo non seguite la stupdia indicazione id lasciare la macchina giù: noi l'abbiamo fatto, scarpinando 20 minuti in salita su asfalto, per trovare tutti i locals che parcheggiano a 45 secondi esatti dalla parete. Falesia invernale frequentabile anche con temperatura sotto lo zero: pochi alberi spogli alla base, esposizione sud pieno, base comodissima con panchine. Bel posto con zero avvicinamento (se si è furbi, vedi poco sopra). Peccato la roccia non un granché almeno sulle vie più facili: svasi lucidi e pietrisco diffuso; forse il problema è dato dalle recenti abbondanti precipitazioni, ma era davvero sporca. Peccato perché i movimenti risultano belli. Consiglio: solo se si è già in zona e si cerca un posto caldissimo e comodo. Gradi 6a - 8a (prevalenza 6a/+ - 7b)

    25-01-2010

  • Pilastri Di Boemia: Piccola falesia a Negrar di Valpolicella. in realtà i Pilastri è un settore, a 100 metri circa c'è poi la torre dei ciliegi. I pilastri sono una placca con una quindicina di vie tra il 5a ed il 7a; la torre ne ha altrettante ed è un fungo di calcare con strapiombo sotto e placca sopra. Ambiente molto gradevole, pacifico, in autunno splendido. In cima al bosco dove si lascia la macchina, bellissimi terrazzamenti di ciliegi in ambiente bucolico con panorama bellissimo.

    01-11-2009

  • Podenzoi: Esposta a est a 600 metri d'altezza, abbastanza fresca anche d'estate. Placca bellissima divisa tendenzialmente in due zone: una più amichevole su roccia grigia e vie medio-facili dal 6a al 7a+, e poi i bellissimi muri grigio-bianchi, spesso intervallati da piccoli tettini, con gradi dal 7b all'8b. Arrampicata sempre da ragionare, abbastanza severa.

    03-06-2009

  • Castelvecchio: Se anche cercate fresco, evitate 'sta falesia sopra Valdagno. Roccia di merda, tra unta, roptta o sporca, scegliete. Poche vie che sembrino decenti, e solo per metà. Umido, casino, gente che mangia ai tavolini e bambini urlanti. Terrazzini, vegetazione, sassi instabili, paesino di merda con bar orrendo che puzza di piscio. EVITARE!

    25-05-2009

  • Tessari: 18 vie tutte dal 6a al 6b eccezion fatta per un brutto 5b ed un brutto 6c. Gradi generosi anche per il fatto che le placche sono di lettura abbastanza semplice e la roccia è magnifica. Non a caso il settore principale si chiama 'grattugia'. La parete la si vede vicina all'autostrada anche dall'A22, poco dopo aver superato Affi. Per chi naviga tra 6a e 6c può essere una valida e poco frequentata scelta per una giornata di arrampicata molto molto plaisir. Unico neo il fatto che alcune vie siano troppo vicine le une alle altre. Ma poiché non si cerca il grado e la prestazione, chissenefrega. Le vie provate (i nomi non li ricordo, i numeri le indicano come 11,13,14,15) sono due 6a e due 6b bellissimi. Il 6c, facile, è bruttino.

    05-05-2008

  • Groviera: Valdaosta - Arnad. Bella falesia di gneiss (credo) che regala vie dai 15 ai 30 metri e qualche via di più tiri. Il nome deriva da alcune sezioni tutte tafonate su cui corrono un paio di vie facili e godosissime. Avvicinamento zero, base comoda gradi vari anche se non ho nemmeno guardato la guida: nome e grado alla base di ogni tiro. Dove si parcheggia per la falesia si parcheggia per la trattoria dove fare merenda sinoira, accorpata a shop climberistico stile redPoint anche se piccolino. A due passi dal Lomasti, dal Paretone di Arnad, dalla falesia di Mont Carogne.

    04-02-2008

  • Valle Dei Mulini: Val Seriana, provincia di Bergamo. Diversi settori, sempre calcare, tendenzialmente grigio, o giallo e a colate. Il paretone centrale è uno spettacolo, l'ambiente isolato, splendido. Ieri, 28 dicembre, la valle era un incanto, il torrente completamente ghiacciato, e ci abbiamo camminato e pattinato sopra; in falesia arrampicato a maniche corte.

    29-12-2007

  • Camerette: Avvicinamento un po' più faticoso che la media falesistica. Roccia molto bella e per niente unta per vie, quelle che ho provato, belle e ben chiodate e vie, quelle che ho guardato, che sembrano spettacolari. Menzione al 6a di Benni e al 6b+ (alcune guide dicono 6b, col cazzio) di Nutella. Mezze stagioni per non doversi confinare a quando il sole gira cioè, a inizio settembre, verso le 14.

    10-09-2007

  • Transatlantico: Arco, verso Sarche, lasci la macchina al New Entry all'altezza di Pietra Murata e sali 30 minuti per forestale poi sentiero erto. Parete spettacolare alle pendici del Monte Casale. 100 metri di calcare verticale, giallo, bianco e marrone, perfetto. Estetica mozzafiato. I monotiri alla base non so come sono ma immagino belli. Per le vie lunghe c'è di tutto, da roba di Galvagni con max 6b e spittata corta, a vie molto dure con obbligatorio di 7b e 7c, tipo una spittata da Larcher e pare ancora irripetuta. Guida Arco falesie (monotiri) e Pareti del Sarca (multipitch).

    04-09-2007

  • Stallavena: Voto 1 se si ha voglia di arrampicare e si intende stare in pace, in relativo silenzio, e trovare la calma per relax e prestazione. Voto massimo se si intende fare un po' di movimento, se si va in falesia per stare in compagnia, se si cerca un posto abbastanza vicino in cui iniziare. Verona Sud, poi tangenziale verso la Val Pantena, Stallavena e su ad Alcenago (ottimo bar con ottimi panini). Molto grande, strafrequentata anche perché spesso ospita corsi CAI, incasinata in modo orrendo quando ci sono pure le prove di soccorso con l'elicottero che atterra sopra la falesia. Roccia da ottima a mediocre a seconda dei (tanti e vasti) settori. Max 6c (ci sono alcuni 7a ma sono bazza, morfologici, e non valgono assolutamente la pena). Ideale per principianti che hanno bisogno di prendere confidenza e non trovarsi smarriti.

    16-08-2007

  • Noriglio: Falesia molto grande sopra Rovereto in direzione Folgaria (si passa dal centro storico di Rovereto e si sale). Esposizione sud, molto calda e perfetta per l'inverno. Base comoda. Gradi fino al 7b, range ideale di arrampicatore è da chi inizia e sta sul 5b/c, a chi mira a prstazionare sui 7a/7a+/7b. Roccia ottima tranne, talvolta, i primissimi metri di alcune vie su scaglie (raramente) non solidissime. Alcuni viaggi spettacolari come WIll Coyote 6a+, Sinfonia 6b+, Buon Anno 1996 6c+. Molto frequentata ma sufficientemente grande da trovare sempre un po' di pace.

    16-08-2007

  • Toblino: Arco, Sarche, all'altezza di Castel Toblino prendere il viottolo incassato tra muretti a secco alla sx. Inizia sterrato poi è asfaltato. In breve si sale fino alla falesia, che si snoda sui muri a destra della strada, in mezzo agli alberi, fino all'ultimo settore del Tornante in cui si fa sicura dalla strada. Molte esposizioni ma più che altro falesia da mezza stagione. Bella roccia, talvolta un po' consumata. Le vie del tornante sono storiche, chiodate da Bassi e Larcher, e arrivano fino all'8a/+. Gradi per tutti ma vie da ricercare tra i vari settori (tra i quali ve n'è uno a grotta che presenta vie lunghe di continuità su canne e stalattiti). La bellezza varia a seconda del settore.

    17-08-2007

  • Comano: Bella falesia estiva (Nord-ovest) in splendido bosco di larici e con avvicinamento nullo. Arco, Sarche, Comano terme e poi si arriva. Parte sinistra su roccia strana e sbiancata da qualche strana colatura: vie ghisanti su appigli stondati. Poi qualche via intermedia più verticale ma non molto bella, e poi inizia la vera placca: alta 20 metri circa, verticale o leggermente strapiombante, di roccia ipercompatta in cui predominano le tacche piatte o leggermente stondate. Arrampicata acciaiante, movimenti spesso lunghi anche se non troppo complessi. Ideale per chi si scalda sul 6b e ha come target un grado tra 7a e 7b. C'è un 7c ed un 8a. Spesso abbastanza frequentata.

    16-08-2007

  • Cavedine: Per chi naviga, tra a-vista e prestazione, tra il 6a/b ed il 6c+/7a+ seondo me è d'obbligo. Poca gente, in estate fino alle 15 e ottima nelle mezze stagioni, avvicinamento zero, base comodissima. Calcare lavorato, verticale o leggermente appoggiato (con alcuni finali in strapiombo e numerose pance e bombé), caratterizzato da fasce verticali diversissime tra di loro e fuse in un'unica placca continua: vie di boulder su dita, vie di movimento, vie in genere di non semplcie lettura su roccia a buchi, a verticali, a svasi, a tacche orizzontali. La roccia è grigia, grigia chiarissima, marrone scuro e tutta concrezionata a puntine. Pare che sui gradi più alti (sopra il 7a) sia talvolta bricolata e spesso bazza. Fino al 7a ho trovato gradi onesti e vie molto belle.

    17-08-2007

  • Promeghin: Arco, Sarche, Ponte Arche, San Lorenzo in Banale. Falesia di conglomerato solido ma, poiché pochissimo frequentata, decisamente erboso sui tiri fino al 6a-6a+. I gradi più alti sono placche con pance, verticali o strapiombanti, di questa roccia particolare in cui le prese sono buchi di ogni forma e sassi raramente netti e afferrabili. Bel bosco di larici, avvicinamento 2 minuti, base comodissima, panchine, e prato con campo sportivo subito dietro, dove fare picnic o far giocare la prole. Frequentazione bassissima.

    01-07-2007

  • Val Algone: Arco, Sarche, Ponte Arche, Stenico, poi su e Val Algone. Avvicinamento 50 secondi circa, base comoda, bel calcare caratterizzato da buconi (da 50 cm a 2 metri) a tutte le altezze. Tacche, svasi, laterali. Molto bella. Il 90% dei gradi è tra il 6a+ ed il 7a+, morbidi. Il primo settore è un po' unto, il settore centrale per niente, l'ultimo settore pare bellissimo ma non c'ho messo le mani. Dopo piogge abbondanti cola parecchio, La valle è strettissima e il sole batte 2 ore, quindi si asciuga poco. Fresca già a inizio settembre.

    03-09-2007

  • Garda: Affi, costeggi la base americana e segui indicazioni Garda; sali, scollini, piombi nel centro di Garda quasi sul lago, volti a dx, poco più a avanti ancora a dx in salita tra muretti a secco, per un paio di chilometri. Roccia bellissima e panorama splendido. Si arrampica fin quasi all'estate piena (Garda Bassa), e anche nel cuore dell'inverno (Garda Alta). Neo del settore alto (foto) è che le vie sono boulder spittati (in media 5 fix ravvicinati e catena). Data la cortezza delle vie, se sei in souplesse la trovi gradata larga, se sei al limite la trovi boulderosa e molto dura. Poi chiudi la via e tendi a sgradare, anche perché per quanto sia duro il boulder, sequenze di max 6/7 movimenti le memorizzi e metabolizzi molto in fretta.

    17-08-2007

  • Alle Kommentare zum Berg ansehen


Berichte von tita

Die neuesten Aufstiege Alle Strecken ansehen »

01-11-2011
6a
Vestone Muro delle Fate
01-11-2011
6a
Vestone Muro delle Fate
31-10-2011
6a+
Lumignano Brojon Classico

Die neuesten Mehrseillängen-Strecken Alle Mehrseillängen-Strecken ansehen »

26-08-2010
Monte Colt 4 seillängen
  • :6b
  • :6a
  • :S1
  • :I
19-08-2010
San Paolo Monte colt 4 seillängen
  • :6b
  • :6a+
  • :S1
  • :I
26-07-2009
Civetta Torre Venezia 11 seillängen
  • :V+
  • :V+
  • :R3
  • :III

Die am meisten besuchten Berge

Beliebteste Berge