Val d'Assa (Valdastico) | Sojo Bostel - Pilastro dei Damari - Sud

Oliunid (Tutto ciò di cui hai bisogno)

Multipitch

Informazioni

  • Val d'Assa (Valdastico)
  • Sojo Bostel - Pilastro dei Damari - Sud
  • dallas700
  • 150 m - 8 tiri
  • 6a+
  • V+
  • R1
  • I
  • 07-09-2019 Recente

Congratulazioni

Congratulazioni da: cruks

dallas700: Previsioni con meteo incerto....quindi scegliere tra una verdeggiante falesia toscana o una via del mitico Balasso sotto gli Atipiani Cimbri? Ovviamente la seconda! Dopo il viaggio, la mattina parte con un caffè in cima ai tornanti che portano a Rotzo, perché in basso era tutto chiuso. Abbiamo già addocchiato il pilastro, si intuisce che il giorno precedente ha fatto tanta pioggia ma la parete sembra asciutta. La barista più che ottantenne, ci racconta davanti al caffè che i tuoni e l'acqua del giorno prima non li aveva mai visti in vita sua, saltato luce e telefono. Insomma cominciamo bene. Ci lascia con un commento sui giovani di oggi e la non comunicazione dovuta agli smartphone...parole sagge che ci esorta di portare a casa e divulgare ai figli. Le cose, come la scelta di un bar, non accadono mai per caso. Parcheggiamo tra sesto e settimo tornante e andiamo in breve all'attacco della via. Primo tiro bagnato, partenza scivolosa ma dietro l'angolo il bel diedro è più asciutto (V+). Segue un tiro anonimo, poco più di un trasferimento (IV+). Terzo e quarto tiro molto belli con due diedri e qualche sezione strapiombante da superare, chiodatura molto ravvicinata (5b/c). Poi si arriva sulla cengia sotto gli strapiombi giallo-arancioni e la prospettiva cambia parecchio. Somiglianza inequivocabile alla sezione centrale della Piccola Verticalità alle Coste dell'Anglone. Quinto tiro stupendo girovagando e seguendo le protezioni con e senza cordone, prima verso sinistra poi a destra. Un passaggio duro strapiombante (anche 5c/6a) ben protetto qualche metro sotto la sosta, che rimane in alto sulla destra. Sosta appesa è un po' scomoda, già cordonata. Sesto tiro, attenzione a non andare subito a sinistra in quanto da relazione sembra essere una variante di VII..., salire invece sopra la sosta fin sotto al tetto, varie protezioni evidenti (5b/c) poi imboccare l'esposto traverso verso sinistra ottimamente protetto, fino a un punto dove la libera diventa difficile (dal mio punto di vista anche 6a+). Riposarsi un attimo appesi e mungere i due cordoni che seguono in zona aggettante, A0 faticoso. Proseguire a questo punto in libera verso sinistra fino alla sosta su 2/3 fix, duretto (5c). Sosta appesa e diversamente da tutte le altre non cordonata. Settimo tiro con divertente seppur breve muretto di V. Ottavo e ultimo tiro con spostamento a destra è stupenda placca da rimontare con decisione (5b), poi più facilmente alla sosta su piante da attrezzare. Alcune note....a margine della relazione di Balasso... concordo con il termine plaisir grazie a una sempre sicura e ravvicinata chiodatura, un po' meno sul fatto che la via sia adatta a tutti o anche a persone con poca esperienza che salgono da secondi. Diciamo che non si dimenticheranno in tal caso di L5 e L6 :-). Allo stato attuale della chiodatura, servono solo 12 rinvii e cordini/fettucce. Allungare alcune protezioni dove necessario. Non è stato necessario utilizzare protezioni veloci. Tutte le soste sono cordonate a meno di S1, S6 e S8. Tutti i tiri sono corti, al massimo da 30 metri, mediamente da 25 m. Rimasti positivamente soddisfatti dell'itinerario, grazie Tranquillo! Se poi rimangono delle braccia da spendere, si può terminare la giornata alla falesia della Val Torra a San Pietro Valdastico, distante pochi km. In alternata con Gec, che ringrazio come sempre per la fiducia.

Commenti


Altri multipitch di dallas700

Monte Lagazuoi Ovest 10 tiri
  • : V
  • : V
  • : S2
  • : II
Piz Cuecena III-Puez Cir Spigolo Sud 200 m
6 tiri
  • : IV+
  • : IV
  • : R2
  • : II
Monte Cimo Castelpresina 150 m
6 tiri
  • : 6a+
  • : VI
  • : S1
  • : I